Il programma Mangiaplastica

Al via il Programma Mangiaplastica: contributi per i Comuni che riciclano i rifiuti. Al via i contributi ai Comuni per ridurre i rifiuti in plastica. È infatti operativo il programma sperimentale Mangiaplastica, rivolto alle amministrazioni comunali che acquistano eco-compattatori, cioè macchinari per la raccolta differenziata di bottiglie per bevande in PET, in grado di ridurne il volume per favorirne il riciclo, in un’ottica di economia circolare. La novità è contenuta nel decreto del Ministero della Transizione ecologica del 2 settembre 2021, n. 360, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 dell’11 ottobre 2021.

Il programma Mangiaplastica finanzia l’acquisto di un solo eco-compattatore per i Comuni con meno di 100 mila abitanti e di un eco-compattatore ogni 100 mila abitanti per i Comuni con una popolazione superiore. La dotazione è di 16 milioni di euro per il 2021. La misura sarà confermata per altri tre anni, fino al 2024, con ulteriori risorse pari a 11 milioni di euro.

In particolare, ogni comune può ricevere un contributo di:

15k €
per eco-compattatori di capacità media
30k €
per eco-compattatori di capacità alta
Come presentare la domanda

I Comuni possono presentare le richieste dall’11 ottobre 2021 solo sul portale Invitalia PA Digitale.
Attraverso lo SPID, il rappresentante legale del Comune può procedere alla identificazione digitale necessaria per accedere al sistema, compilare la domanda e firmarla digitalmente.
Le richieste sono valutate in base all’ordine cronologico di presentazione, fino a esaurimento dei fondi disponibili. La scadenza per l’invio delle richieste è fissata a 30 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

Vuoi saperne di più?
Il ruolo di Invitalia

Invitalia ha affiancato il Ministero della Transizione ecologica nel tradurre le previsioni del bando in procedure e servizi informatizzati a favore dei Comuni: dal riuso della piattaforma informatica Invitalia PA Digitale alla collaborazione con il DiPE – Presidenza del Consiglio per la definizione della procedura guidata e semplificata, con dei template ad hoc per l’acquisizione del Codice Unico di Progetto (CUP). Questo codice identifica univocamente le decisioni di investimento pubblico ed è obbligatorio ai sensi della Legge 3/2003.
Attraverso la creazione del template di richiesta CUP, per la natura progettuale “Acquisto di beni” denominato Decreto Mangiaplastica, i Comuni possono acquisire in tempi rapidi il CUP utilizzando uno specifico modello, precompilato con le informazioni su: classificazione, settore e finalità di spesa, anno di decisione e strumento di programmazione.

Il ruolo di EcoReversa

Lo studio svolto dal team Ecoreversa ha permesso alla stessa azienda di essere tra i principali attori del Decreto Mangiaplastica in quanto il nostro eco-compattatore risulta essere perfettamente in linea con le richieste del bando e con tutte le caratteristiche tecniche che lo stesso impone, andando altresì a coniugare quelle che sono le caratteristiche della gestione ottimale del rifiuti (misure che permettano inserimento di due bidoni da 1100 litri) con quelle che sono le direttive ministeriali in ottica di tracciamento del rifiuto e riconoscimento del materiale. Tutta la tecnologia proposta è stata sviluppata totalmente dal team, frutto del lavoro pluriennale di professionisti che già da anni lavorano nel settore. La nostra proposta è strutturata per garantire, alle amministrazioni, assistenza e consulenza a 360 gradi, in maniera totalmente gratuita, mediante l’affiancamento di una società ingegneristica specializzata che accompagnerà il comune in tutta la fase istruttoria fino ad arrivare alla firma finale.

Desideri entrare a far parte del progetto Ecoreversa? Contattaci